Ieri mattina, nella sala degli Arazzi del Comune di Verona, il sindaco di centrodestra Federico Sboarina e il presidente del World Families Congress hanno snocciolato il parterre de rois che tra due settimane verrà a sedersi con la lobby omofoba e antiabortista internazionale: il vicepremier Matteo Salvini, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, quello della Famiglia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Conte-Macron, bilaterale per accantonare il Tav

prev
Articolo Successivo

Senza aborti e senza gay: il festival filorusso di Verona

next