Appena toccata terra, a Catania, i 47 naufraghi che stavano a bordo della Sea Watch 3 da oltre dieci giorni in mezzo al mare si sono abbracciati. È stata la fine di un incubo, ma non la fine del viaggio. Gli adulti – 32 – sono stati trasferiti nell’hotspot di Messina. I minori, invece, si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Finalmente terraferma”. I 47 migranti a Catania

prev
Articolo Successivo

Morirono in 117, Roma indaga per omissione di atti d’ufficio

next