I sommersi e i salvati. Le onde calme sono un cimitero buio. A fare da lapide due piccole zattere gialle, deserte, mentre un gelido silenzio ha già preso il posto delle urla di chi – ben 117 persone – è morto annegato. “C’è qualcuno?” domanda Giuseppe Borello, inviato di Carta Bianca, mentre con i volontari […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Pil, l’oroscopo delle stime. Ecco perché i numeri ballano

prev
Articolo Successivo

Finito il cordoglio, ricomincia l’odissea per i 47 da “spartire”

next