Il governo avrebbe sbattuto contro un muro se 4 anni fa avesse deciso di revocare la concessione di Fiumicino alla società Aeroporti di Roma (AdR) dei Benetton ritenendola responsabile dell’incendio che il 7 maggio 2015 si era mangiato un pezzo di aeroporto a causa della discutibile manutenzione degli impianti. Allora come oggi per sloggiare i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Provaci ancora, Ocse: i numeri negativi della grande elusione

prev
Articolo Successivo

A rischio gli operai “traditi” da De Benedetti

next