“Ho visto morire i ragazzi schiacciati sotto di me”

Corinaldo - Parla Matteo Benigni, uno dei sopravvissuti, “salvo per caso. Quella sera tanti storditi dall’alcol. Sfera dovrebbe avere rispetto”
“Ho visto morire i ragazzi schiacciati sotto di me”

C’è una foto, a distanza di un mese dalla tragedia di Corinaldo, che resta ancora l’immagine più cruda di quella sera: la balaustra all’esterno della discoteca è crollata, centinaia di ragazzi franano l’uno sull’altro diventando una montagna troppo pesante per gli adolescenti seppelliti alla base. Sei di loro non ce la faranno, alcuni rimarranno in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.