“Mi ricordo quando nel 2015 i Cinque Stelle si appellavano a me e all’Anac contro il decreto Sblocca Italia del governo Renzi che semplificava le procedure di gara”. A Raffaele Cantone, il magistrato che guida l’Autorità anti-corruzione, la modifica della normativa sugli appalti introdotta nella legge di Bilancio con un maxi-emendamento governativo non piace: aumentano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Il vero bersaglio erano le attività della Chiesa

prev
Articolo Successivo

L’agguato, poi l’investimento. Così è morto l’ultrà a Milano

next