La Procura di Roma ha dato parere positivo alla richiesta di patteggiamento presentata dai legali dell’avvocato Piero Amara e del collega Giuseppe Calafiore, accusati di corruzione in atti giudiziari nel sistema di compravendita di sentenze nei Tribunali amministrativi e al Consiglio di Stato. L’accordo prevede 3 anni per Amara e 2 anni e nove mesi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

“Metodo mafioso”: sette condanne e 50 anni di carcere per il clan Spada di Ostia

prev
Articolo Successivo

“Denuncia i razzisti”, campagna su tram e bus dell’Appendino

next