Tanto tempo, troppe polemiche, alla fine un punto fermo: quello che resta del ponte Morandi, crollato la mattina del 14 agosto provocando la morte di 43 persone, sarà demolito. Il sindaco di Genova e commissario straordinario Marco Bucci ha portato il progetto sul tavolo del procuratore Francesco Cozzi. Cinque aziende in lista, forse troppe, ma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Fatto a mano di Natangelo

prev
Articolo Successivo

Il sovranismo affonda Sallusti

next