Per cambiare l’Europa – dall’interno o dall’esterno – meglio ripassare un’altra volta, se però il governo gialloverde raggiungerà un accordo con la Commissione europea su un deficit 2019 attorno al 2% (il ministro Giovanni Tria è “sequestrato” a Bruxelles fino al via libera) avrà in cambio, come ha lasciato intuire ieri Mario Draghi, un qualche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Luigi Di Maio: “Il governo non cade: Salvini, se ci molla per Berlusconi si suicida”

prev
Articolo Successivo

Bruxelles vuole di più. Serve l’intesa politica per i numeri ballerini

next