Un registro pubblico. Una soglia minima di 10 euro. E un faro su tutte le “relazioni d’interesse” che nascono nei convegni, nei congressi, nei comitati scientifici. Dopo la battaglia sulle donazioni ai partiti nel disegno di legge anticorruzione, un nuovo fronte in tema di lobby sta per aprirsi in commissione Affari sociali alla Camera. E […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Cattiveria 2611

prev
Articolo Successivo

Manovra, cade il tabù: deficit più vicino al 2,2%

next