“Siamo a uno snodo culturale decisivo sul tema del finanziamento alla politica. Dobbiamo scegliere se vogliamo avvicinarci agli Stati avanzati o se vogliamo preservare l’opacità”. Raffaele Cantone da magistrato, ma soprattutto da presidente dell’Autorità anticorruzione, segue da vicino la triplice partita in Parlamento su prescrizione, trasparenza dei finanziamenti a fondazioni e partiti e revisione delle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Prescrizione, Lega di guerra. “Lo stop è bomba nucleare”

prev
Articolo Successivo

C’erano una volta “i danni di Berlusconi”

next