Di Matteo Salvini, Igor Iezzi, è praticamente fratello. Milanese, coetaneo, compagno di pesca del “Capitano”, Iezzi oggi è il capogruppo della Lega in commissione Affari costituzionali. È sua la firma sotto l’emendamento che chiede di cancellare le norme per la trasparenza del finanziamento ai partiti e alle fondazioni, prevista dal ddl Anticorruzione. “Sì, ma non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il Carroccio si svela: “Via le nuove norme sui soldi ai politici”

prev
Articolo Successivo

Dijsselbloem attacca l’Italia e il M5S grida al golpe. Ma la traduzione del video è errata

next