Per dirla in gergo – visto il successo delle metafore belliche nel dibattito gialloverde dei giorni nostri – la “battaglia” è rinviata a lunedì, giorno in cui il decreto Sicurezza arriverà a Palazzo Madama per il suo primo passaggio nell’aula del Senato. Ed è lì che gli oppositori del governo proveranno ad alzare la trincea […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il M5S blocca la prescrizione ma la Lega è “molto perplessa”

prev
Articolo Successivo

Province alle urne: sindaci e consiglieri eleggono il presidente, forfait dei 5 Stelle

next