Che fatica produrre le nomine, distribuire il potere, occupare le sedie in epoca gialloverde. Ci sono gli azionisti di governo: la monolitica Lega e il variegato Movimento. Ci sono i capi e i presunti capi, i sensali e i presunti sensali. Ci sono i garanti, le istituzioni politiche e burocratiche: il presidente Giuseppe Conte, il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Carta, vigilanti e soldi a B. Le prime spese giallo-verdi

prev
Articolo Successivo

M5S e lo strappo dei No-Tap: stracciate le tessere elettorali

next