“Se adesso non proroghiamo le concessioni ad Autostrade, in cambio della realizzazione della Gronda, ci facciamo ridere dietro dall’Europa”. Parola di Maurizio Maresca, professore di diritto internazionale, nonché consulente di Matteo Renzi e Graziano Delrio in materia di infrastrutture. “Sono stato io – spiega Maresca – ad andare a Bruxelles e a contrattare la proroga […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Nel 2011 Autostrade scriveva: “Il Ponte rischia l’inagibilità”

prev
Articolo Successivo

Vigilanza sui lavori, il ministero decise di non disturbare

next