“La figc non può restare commissariata in eterno, Malagò deve mollarla”: suona quasi come un ultimatum la lettera che il sottosegretario con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, ha spedito al Coni. Il governo ha inviato i rilievi ai principi informatori congelati il 30 luglio, ribadendo però che il completamento della riforma è slegato dal voto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)