Un botto e poi il crollo. Un controsoffitto è caduto ieri nell’ufficio “Scansione atti” al quarto piano della palazzina C del tribunale di Roma intorno alle 12. I calcinacci sono finiti sulle scrivanie degli impiegati che erano al lavoro e hanno fatto appena in tempo a lasciare la stanza. “C’è stato il fuggi-fuggi – raccontano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)