“Auspicare forme di risarcimento a carico dei magistrati come conseguenza della loro attività risulta assolutamente fuori luogo e appare come una inammissibile e inaccettabile interferenza nel lavoro dei colleghi della Procura di Genova”. Con una breve nota la Giunta esecutiva centrale dell’Anm mette i puntini sulle “ì” nella querelle tra procura genovese e segretario della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La chiave di svolta

prev
Articolo Successivo

Benalla, le foto con Macron per rimorchiare su Tinder

next