La fase “B” del governo sull’immigrazione irregolare è già operativa. La prima riguardava il contrasto alle partenze e la conseguente riduzione degli sbarchi. Il prossimo obiettivo è invece quello dei rimpatri per chi non ha diritto di asilo e protezione umanitaria. I tecnici del ministero dell’Interno stanno lavorando in questi giorni alla stesura di un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“LeU è un po’ bollita e il Pd una storia chiusa”

prev
Articolo Successivo

Toninelli ammette: le motovedette libiche sono invisibili ai nostri radar

next