Far west Italia

Dal Veneto al Casertano ancora spari sui migranti

Sette casi - Dopo la bimba rom, un operaio capoverdiano e un 19enne guineano Sono sempre armi ad aria compressa. Le forze dell’ordine: “Non c’è emergenza”

28 Luglio 2018

Giovedì scorso a Cassola, nel Vicentino, un uomo ha sparato con una carabina ad aria compressa contro un operaio capoverdiano nella piazza del paese. Mercoledì 18 luglio è successo a Roma e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha parlato di “far west”: un colpo sparato da un funzionario del Senato in pensione ha raggiunto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per i primi 3 mesi
dopo 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.