Il bambino annegato e il bambino che imbraccia un machete sono due immagini terrificanti della stessa distorsione umana che colpisce l’Africa e che è alimentata dagli stessi interessi economici e politici. Semplificare il complesso problema dell’immigrazione riducendolo in termini di “accoglienza” è un’ottica ottusa e fuorviante in cui sono arenate le opinioni pubbliche dei nostri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

vignetta franzaroli

prev
Articolo Successivo

Sergio, il santo con il vezzo della forfora

next