“Smettiamola di considerare nemici quelli accanto a noi. Ci rivedremo al congresso, riperderete il congresso e il giorno dopo tornerete ad attaccare chi ha vinto”. Matteo Renzi alza il livello del conflitto. Il clima dell’Assemblea Pd si surriscalda, una buona parte della sala lo applaude, la minoranza lo contesta. Qualcuno in sala urla: “Basta, basta”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Dalle “toghe rosse” di B. al sottosegretario leghista: “Eliminiamo le correnti”

prev
Articolo Successivo

Il Matteo di ieri uguale a Maurizio Crozza: “Dedicherò il resto della vita alla vendetta”

next