Non decidere: alla fine di una giornata convulsa e sbrindellata, l’Assemblea del Pd raggiunge quest’obiettivo. Traduzione per i non appassionati di Pd: dopo i ballottaggi delle amministrative ci sarà un’altra Assemblea che dovrebbe far partire il congresso in autunno o forse all’inizio del 2019 (con quale guida del frattempo? chissà); Martina rimane reggente (cioè un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Governo M5s-Lega, Camusso: “Non c’è una visione sociale. Ma certe parole chiave parlano al nostro mondo”

prev
Articolo Successivo

I Dem e la loro base elettorale vanno in direzioni opposte

next