Oggi scade l’ultimatum del capo dello Stato a Matteo Salvini, dopo la sceneggiata berlusconiana di giovedì scorso al Quirinale, durante il secondo giro di consultazioni. Una settimana che doveva chiudersi con l’incarico a Luigi Di Maio in base allo schema Cinquestelle-Lega e che invece ha prolungato lo stallo. Di qui le dure parole di Sergio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

testatina

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next