Banche e assicurazioni, per ora, non concedono più garanzie ad Atac così l’azienda del trasporto pubblico romano rischia la revoca dell’autorizzazione all’esercizio della professione. Il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture ha scritto al Campidoglio per notificare che la sua società partecipata deve mettersi in regola entro 60 giorni con i requisiti finanziari per mantenere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

B. vince per colpa nostra: l’anomalia è diventata normalità

prev
Articolo Successivo

Palazzi storici, la Variante sui lavori spacca Firenze

next