Luciano Benetton è un imprenditore che parla molto poco. E così, in linea con il suo carattere, gli è bastata una sola parola per liquidare il referendum dell’indipendenza veneta di domenica prossima. “Mi sembra una stupidaggine”. Andrà a votare? “Assolutamente no” ha dichiarato pubblicamente qualche tempo fa. E subito Luca Zaia, gran ciambellano dell’autonomia veneta, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Io e Berlusconi siamo uniti dalle lenzuola”

prev
Articolo Successivo

“Noi del M5S per il Sì, non è secessione”

next