“Sui diritti umani mi gioco tutto”. Parola di Marco Minniti, ministro dell’Interno. Quindi blocco dei flussi (momentaneamente riuscito) e diritti per i profughi ristretti nei campi di detenzione in Libia. Una classica, antica, “politica dei due tempi”, dove, come si diceva negli anni delle politiche economiche della Prima repubblica, arrivava solo il primo tempo (quello […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

“Torture e violenze in Libia. Pagate per metterli nei lager”

prev
Articolo Successivo

I centri di detenzione

next