Erano venti pagine formato “lenzuolo’’, a colori e con fotografie, titolate “La Banda Alfano’’: per il pm quella pubblicazione aveva “oltraggiato’’ il ministro degli Esteri, e con un sequestro lampo che non ha precedenti, ieri mattina venti agenti della Digos di Agrigento sono stati inviati dal sostituto procuratore di Caltanissetta Davide Spina a sequestrare le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Evasione, vietato indagare: dimezzati gli accertamenti

prev
Articolo Successivo

Una Berlusconi col senso dei figli, ma non degli affari

next