Avranno qualche giorno in più i genitori del piccolo Charlie Gard, il bambino britannico di 10 mesi affetto da una forma rara di malattia genetica incurabile. Doveva accadere venerdì, ma forse si aspetterà qualche giorno. Per i medici il piccolo non ha speranze di sopravvivenza, ma erano di parere contrario Connie Yates e Chris Gard, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

12 giorni di silenzio sui fatti

prev
Articolo Successivo

“In questo caso bisogna lasciare fare alla morte”

next