Il 100° Giro d’Italia è l’occasione per un altro appuntamento con il Biagi meno conosciuto e un po’ segreto. Enzo Biagi ha amato molto lo sport pur senza praticarlo, anche se da ragazzo correva forte i duecento metri. Da militare, durante la prima visita medica, gli diagnosticarono una cardiopatia. Problema che lo avrebbe accompagnato per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Coppi volava e Bartali restò solo col peso dei suoi anni”

prev
Articolo Successivo

Con il Fatto c’è MillenniuM, trenta giorni per leggere tutto

next