Ore e ore passate al cellulare per lavoro avrebbero provocato un tumore al cervello di un uomo che, dopo l’intervento, è diventato sordo da un orecchio. Riconoscendo questo legame tra telefonini e cancro, il Tribunale di Ivrea ha condannato l’Inail a riconoscergli una rendita vitalizia da malattia professionale. È la storia di Roberto Romeo, 57enne […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

La terza via del “populista mondano”

prev
Articolo Successivo

Borsellino, prescritto il falso pentito: “Scarantino costretto a mentire”

next