Dov’era la Banca d’Italia mentre la Banca popolare di Vicenza veniva distrutta? Che cosa faceva la Consob mentre il presidente viticultore Gianni Zonin rovinava i 120 mila soci? Leggendo le 350 pagine dell’azione di responsabilità contro 32 ex amministratori e sindaci depositata al Tribunale di Venezia dall’attuale ad di Bpvi Fabrizio Viola si possono formulare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Frode fiscale, perquisito “l’amico di Verdini”

prev
Articolo Successivo

Il Tar dà ragione alla Puglia: fermato l’espianto degli ulivi

next