Più che una ricorrenza istituzionale la celebrazione per il 60° anniversario dalla firma dei Trattati di Roma, con i 27 Capi di stato dell’Unione, prevista sabato nella Capitale, nelle intenzioni di Matteo Renzi – che lanciò l’iniziativa un anno e mezzo fa e del premier Paolo Gentiloni – doveva essere una festa. E non solo: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Stadio, la Roma presenta il progetto dimezzato. Ma la Raggi va in ferie

prev
Articolo Successivo

Maroni, flop Anticorruzione. Lascia il presidente

next