C’è una Bibbia che non si tiene sul comodino, non si sfoglia in cerca di qualche verità. È una Bibbia che circola sul Web da anni e sta rovinando la vita a decine di ragazze, molte delle quali minorenni. Si chiama Bibbia 2.0, poi aggiornata in 3.0, da poco 4.0: foto e video hot di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Aosta, ai domiciliari il procuratore capo

prev
Articolo Successivo

Imputati in 34. I consiglieri erano “ubiqui” per il gettone

next