L’ultimo dispetto a Trump l’ormai ex presidente Obama lo consuma mercoledì 18 gennaio, autorizzando personalmente un devastante raid aereo notturno contro l’Isis in Libia. Attacco in grande stile, con bombardieri B-2 Stealth e droni che colpiscono e annientano due campi di addestramento a 45 chilometri da Sirte, in direzione nord-ovest, causando la morte di ottanta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Marra, sigilli all’appartamento romano

prev
Articolo Successivo

Bonatti, l’Eni avvertì: “Rischio rapimenti”

next