La Finanza su Alfano junior: “200 mila euro e non fa nulla”

18 Gennaio 2017

Non c’è un solo atto firmato da Alessandro Alfano, fratello del ministro degli Esteri, in quattro anni da dirigente di Poste italiane, prima nelle controllate, Postecom e Poste Tributi, poi direttamente in sede, nel palazzo di via Ausonia a Palermo, nonostante lo stipendio ammonti a 200 mila euro l’anno: quell’atto (inesistente) lo ha cercato invano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui