Dalla cima del monte guardava indietro, Mannarino. Si guardava alle spalle e forse, le spalle. Poi ha avuto ancora un po’ più di coraggio, ha mollato qualche spettro e ha guardato dall’altra parte. Ha respirato. Poi, con molta probabilità, ha pensato Apriti cielo, titolo del suo quarto album appena uscito per Universal. Sono serviti a tutti, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Bagarini online, punto a capo: gli U2 già a quasi mille euro

prev
Articolo Successivo

“Non cambierò il mondo, ma almeno dico no alle Coop”

next