Dilma Rousseff? Una vittima della misoginia e dello sciovinismo imperante in Brasile: ancora oggi non c’è nulla contro di lei, non le è stato contestato un solo reato, altro che corruzione”. Parola del regista brasiliano Kleber Mendonça Filho, che da oggi porta nelle nostre sale Aquarius, già applaudito all’ultimo festival di Cannes. Proprio sulla celeberrima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Violenze e corruzione: il governo Temer annaspa

prev
Articolo Successivo

Cacciato dall’Italia, ma in Argentina “il don fa il pedofilo”

next