Ecco l’Austria di frontiera, il vivaio del nazionalismo populista che oggi, al ballottaggio, potrebbe consacrare nuovo presidente federale il baldo ingegnere aeronautico Norbert Hofer, candidato della destra più radicale, l’uomo forte di un Paese diventato piccolo che vuole tornare grande, se non per estensione, per influenza politica. Durante tutta la campagna elettorale ha sempre lasciato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Saronno, la morte improvvisa della madre dell’infermiera. Pm: “Possibile vittima del protocollo Cazzaniga”

prev
Articolo Successivo

Assad come Uncle Sam: “Arruolatevi”

next