Pigliando l’uscita autostradale di Klagenfurt nord, lungo il tragitto verso il centro s’incrociano i pannelli luminosi della campagna elettorale di Norbert Hofer, che vuol essere il “presidente di tutti, anche di quelli che non mi voteranno”, come ha sottolineato durante il suo ultimo comizio giovedì alle 10 e 30 nella sontuosa Festsaal della Borsa di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Nostalgia canaglia, ecco perché trionfa Fillon”

prev
Articolo Successivo

“Mad dog”, il mastino della Difesa Usa

next