Paolo e Giorgio. Ossia Paolo Romeo e Giorgio De Stefano. Il grande vecchio e l’avvocato di famiglia. Era il 17 febbraio 2012 quando il colonnello Valerio Giardina, ex comandante del Ros, durante il processo Meta in aula bunker parlava di Paolo e Giorgio come “le vere menti di quella lobby affaristico-massonica che gestisce il perverso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Sms e telefonate Graziano-Zagaria: “Fai votare per me”

prev
Articolo Successivo

Petroli, De Vincenti dai pm e adesso tocca a Delrio

next