Matteo Messina Denaro utilizza “un cellulare che si chiama Vertu, che costa circa 4.000 euro e non è intercettabile”. Per un periodo il boss si è nascosto in Andalusia, ad Almeria dove ricevette una busta con 300.000 euro, parte di una tangente di un milione di euro di un appalto siciliano: a portargliela è stato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Insegnanti di sostegno, pochi e precari: ma in 4 regioni più posti che domande

prev
Articolo Successivo

Anche il sottosegretario di Renzi onora l’ateneo del Barone Rosso

next