Il porto di Augusta

La lobby del petrolio temeva M5S e immigrati

Nelle intercettazioni la preoccupazione per i risultati elettorali e il progetto di un centro di identificazione

10 Aprile 2016

La cricca del “quartierino”, come la chiama l’ex ministro Federica Guidi in una telefonata, è preoccupata dall’avanzare dei Cinque Stelle nel Siracusano. Ne parlano due protagonisti dell’inchiesta: Gianluca Gemelli, compagno della Guidi e Alberto Cozzo, commissario straordinario dell’Autorità portuale di Augusta che per vedersi rinnovare l’incarico ha usato ogni mezzo – come abbiamo raccontato ieri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.