» Italia
venerdì 24/03/2017

“Ma quale scandalo, lista inviata d’ufficio”

La replica - “Penso che siano state prese in fretta e furia le ultime cose del mio sito, tutto qui”

Nell’ottobre del 2016 l’Università del Molise bandisce un concorso per un posto di professore associato al dipartimento giuridico. Partecipano quattro candidati e tra questi il deputato Pd Francesco Boccia, presidente della Commissione Bilancio alla Camera, già professore associato all’Università di Castellanza (Varese). Il deputato presenta ai fini del concorso 12 pubblicazioni, tra cui tre articoli contenuti in collane dipartimentali (LIUC paper). Una di queste risulta essere il collage di due lavori scientifici firmati da altri. Dopo il concorso l’articolo scompare dalla lista delle pubblicazioni di Boccia per ricomparire, sul suo curriculum e nella collana dipartimentale, sotto forma di “lettura consigliata”.

Deputato Boccia, lei ha presentato al concorso dell’Università del Molise dell’ottobre 2016 una pubblicazione plagiata…

Io ho fatto un trasferimento da Castellanza al Molise. Io sono professore associato da 14 anni circa..

Si trattava comunque di un concorso, con altri candidati…

Ho presentato una lista di pubblicazioni, non ricordo neppure quali, ma escludo categoricamente che ci siano cose non mie. Non so se ci sono cose dipartimentali dentro, cosa molto probabile, ma sono assolutamente tutte cose mie. Io non ho assolutamente plagiato nulla. Se si riferisce a paper dipartimentali, tra quelli, è stato fatto molte volte, ci sono paper che sono letture consigliate e che non c’entrano nulla con i libri che sono il frutto di lavoro degli ultimi 20 anni.

Perché ha presentato un “consiglio di lettura” per concorrere al posto da professore?

Guardi le confesso che la lista l’ho mandata d’ufficio, non ho nemmeno controllato, perché avrò almeno 20-25 pubblicazioni. Escludo categoricamente che questa roba abbia potuto influire su qualsiasi valutazione che riguarda la mia persona. Tra l’altro le confermo che io ho fatto un trasferimento a Campobasso semplicemente per aiutare un’Università del sud a fare un po’ di attività scientifica sui temi sui quali io sono in aspettativa obbligatoria senza assegno. Poi non so a quale LIUC paper lei fa riferimento..

A quello sul Tif di Chicago…

Quello non è mio e l’ho presentato a un seminario. È una lettura consigliata..

L’anomalia è che sia stata presentata in un concorso…

Se è finita nella lista delle cose trasmesse a Campobasso è assolutamente ininfluente.. Stiamo parlando di una collana dipartimentale, che ha valore “zero”. Penso che siano state prese in fretta e furia le ultime cose che comparivano sul mio sito, tutto qui. E che la valutazione sia stata fatta sulle mie monografie, che sono assolutamente valutabili.

© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Politica

Università, l’onorevole Boccia vince il posto da docente all’Università del Molise. Ma spaccia per sua una pubblicazione plagiata

Italia

Antitrust, gara Consip truccata da Romeo & Co.

I commenti per questa discussione sono chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×