Yumafilia: i giovani stregati dalla cultura dello Zio Sam

La nuova generazione fra musica elettronica e le ultime serie tv “pirateade” sogna di vivere come gli yankee
Yumafilia: i giovani stregati dalla cultura dello Zio Sam

Nessuno se l’aspettava. Quasi 400 mila giovani hanno partecipato all’inizio del mese al concerto-rave del dj Diplo e del gruppo di musica elettronica americano Major Lazer nel Malecon dell’Avana. Nemmeno il gruppo di salsa che va per la maggiore, Havana d’primera, o i mitici Vav Van avevano ottenuto un tal risultato. “Nonostante i media ripetano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.