Wael Shawky, le Crociate viste dagli arabi

Doppia mostra, alla Fondazione Merz e al Castello di Rivoli, dedicata all’egiziano Wael Shawky: la storia raccontata rovesciando il punto di vista dei nostri poemi cavallereschi
Wael Shawky, le Crociate viste dagli arabi

Ottima occasione a Torino per vedere due mostre di uno dei più interessanti artisti di oggi, l’egiziano Wael Shawky. Nato nel 1971 Shawky è il vincitore della prima edizione del Premio Mario Merz ed è in questa veste che espone alla Fondazione Merz (a cura di Abdellah Karroum). Contemporaneamente però anche il Castello di Rivoli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.