Voto di scambio mafioso, Scarpinato contro Procura

Voto di scambio mafioso, Scarpinato contro Procura

Alle intercettazioni che, alla vigilia delle Regionali 2012, rivelarono l’attività di una banda di galoppini sguinzagliati a distribuire pasta e formaggi in cambio di voti per l’ex presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Francesco Cascio, “non è seguita alcuna valida indagine”. Per questo motivo, la Procura generale di Palermo ha avocato l’inchiesta per voto di scambio che […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.