Torino, il tribunale manda l’Italicum alla Consulta

Torino, il tribunale manda l’Italicum alla Consulta

“Il divieto di coalizioni o di apparentamenti fra liste al secondo turno è irrazionale perché rende il voto espresso dal ballottaggio eccessivamente sbilanciato”. Un sistema che, insomma, privilegerebbe la governabilità a scapito del “valore costituzionale della rappresentatività del voto”. Questa una delle motivazioni con cui ieri il giudice del Tribunale di Torino, Maria Cristina Contini, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.