“Sì ai vaccini, ma solo se tutti restano liberi”

Il corteo - ”Chi ci chiama No-Vax è in malafede. L’obbligo è la conseguenza di una politica che ha perso credibilità”
“Sì ai vaccini, ma solo se tutti restano liberi”

“Ci trattano come invasati e stregoni, ma chiediamo solo di essere lasciati liberi di decidere e di informarci. In Svezia (uno dei 15 Paesi europei in cui non c’è l’obbligo di vaccinazione, ndr) il tasso di vaccinazione è molto alto: hanno scelto di fare una politica di raccomandazione e di informazione. E se il cittadino […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.