Sfida alle cosche: il “Pagliarelli” intitolato a Lorusso

Sfida alle cosche: il “Pagliarelli” intitolato a Lorusso

Il carcere dei Pagliarelli di Palermo sarà intitolato ad Antonio Lorusso (nella seconda foto l’auto dopo l’agguato), una delle vittime di Cosa nostra. Lorusso, che aveva 42 anni ed era originario di Ruvo (Bari), era un agente della polizia penitenziaria assegnato alla tutela del procuratore Pietro Scaglione (nella prima foto) per il quale svolgeva anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.